Anche Di Benedetto ci ha lasciati

Il 16 settembre scorso si è spento Arnaldo Di Benedetto. Nato 81 anni fa a Malles Venosta (BZ), si era formato a Milano con Mario Fubini, che lo aveva iniziato allo studio di Tasso, uno degli autori ai quali, insieme con il prediletto Alfieri, più si dedicò nella sua lunga e intensa attività di italianista. Docente all'Università di Torino per oltre quarant’anni, dal 1969 al 2010, co-diresse il "Giornale storico della letteratura italiana» dal 1993 al 2020. Presidente del “Centro Nazionale di Studi Alfieriani” dal 1989 al 1999 e membro del consiglio scientifico del "Centro di studi tassiani" di Bergamo, dal 2015 era socio corrispondente del nostro Centro muratoriano, alle cui assemblee annuali non fece mancare il suo apporto neppure di recente. Chi scrive lo ricorda co-presentatore, nell’ottobre 2019, nella sala dello Stabat Mater della Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio di Bologna, dell’ultimo volume pubblicato da un altro consocio purtroppo scomparso, Andrea Battistini.

 

Corrado Viola

 

Notizie

è uscito

MURATORIANA online

2020 numero speciale

"L'uomo, se non teme fatica, può far di gran cose".

 Studi muratoriani

in onore di Fabio Marri

L'ARCHIVIO MURATORIANO

è consultabile sul web

Intervista con Muratori

GUARDA IL VIDEO

Centro di studi muratoriani
Segui il Centro in academia.edu
Lodovico Antonio Muratori Unità d'Italia 150 anni

  

Muratori e l'idea di Nazione italiana

 

di Fabio Marri