Statuto

1952, revisione 1965

Titolo I: Designazione e compiti

 

  1.  È costituito in Modena il Centro di studi muratoriani.
  2. Suoi compiti sono: promuovere e pubblicare ricerche, studi ed edizioni di fonti relative alla figura, all’opera, alla fortuna del Muratori, ai rapporti suoi con la cultura contemporanea ed alla vasta tematica da lui espressa e suscitata.

 Titolo II: Organizzazione

  1. La Commissione centrale è costituita da:

a)   il Presidente della Deputazione di storia patria per le antiche Provincie modenesi;

b)  il Direttore dell’Archivio di Stato di Modena;

c)   il Direttore della Biblioteca Estense di Modena;

d)  il presidente dell’Accademia nazionale di scienze, lettere e arti di Modena;

e)   il Rettore dell’Università degli Studi di Modena;

f)    l’Arcivescovo di Modena;

g)  il Prefetto di Modena;

h)  il Provveditore agli studi di Modena;

i)    il Presidente dell’Amministrazione provinciale di Modena;

j)    il Sindaco di Modena;

k)   il Sindaco di Vignola;

l)    il Presidente della Camera di Commercio, industria e agricoltura di Modena;

m) il Presidente della Cassa di Risparmio di Modena;

n)  il Presidente della Banca Popolare di Modena;         

o)  il Presidente del Banco di s. Geminiano e s. Prospero di Modena;

p)  il Presidente dell’Ente provinciale per il turismo di Modena.

 

 

Titolo III: Uffici ed elezioni

  1. L’assemblea generale del Centro ha luogo in Modena all’inizio dell’anno accademico e comunque non oltre il mese di febbraio, col seguente ordine del giorno:

a)   relazione sull’attività svolta nell’anno decorso;

b)  nomina dei Soci effettivi e dei Soci corrispondenti;

c)   approvazione dei bilanci consuntivo e preventivo;

d)  ordine dei lavori.

  1. Il Consiglio direttivo comprende:

a)   il Presidente;

b)  tre Consiglieri elettivi;

c)   tre Consiglieri di diritto;

d)  il Segretario Generale;

e)   il Bibliotecario;

f)    il Tesoriere.

  1. Sono Consiglieri di diritto:

a)   il Presidente della Deputazione di storia patria per le antiche Provincie modenesi,

b)  il Direttore dell’Archivio di Stato di Modena;

c)   il Direttore della Biblioteca Estense di Modena.

  1. Ogni triennio verrà posta all’ordine del giorno la nomina dei membri elettivi del consiglio direttivo, cioè del Presidente, dei tre Consiglieri elettivi, del Segretario Generale, del Bibliotecario, del Tesoriere. I componenti la Commissione centrale ed i Soci effettivi hanno diritto al voto e possono ricoprire le cariche del Consiglio direttivo. Segretario Generale, Bibliotecario, Tesoriere saranno preferibilmente scelti tra i Soci effettivi residenti in Modena.
  2. Il Consiglio direttivo nomina nel suo seno il Vicepresidente. Qualora il Presidente non risieda a Modena, il Vicepresidente dovrà essere scelto tra i Consiglieri residenti a Modena.
  3. Per la validità dell’Assemblea generale è richiesta la maggioranza assoluta dei Socie effettivi. Trascorsa un’ora l’Assemblea passerà in seconda convocazione, e la riunione sarà valida, qualunque sia il numero dei Soci effettivi presenti.
  4. Nell’Assemblea generale, agli effetti della validità delle designazioni alle cariche e della nomina dei Soci effettivi e dei Soci corrispondenti è richiesta la maggioranza assoluta dei Soci effettivi. Sono compresi nel numero anche gli eventuali assenti, i quali abbiano inviato giustificazione per mezzo di lettere al Presidente del Centro, compiegando in busta chiusa la scheda con la designazione alle cariche e con il loro voto per nomina dei Soci effettivi e dei Soci corrispondenti.
  5. La votazione ha luogo per scrutinio segreto.
  6. Per l’elezione a Presidente occorre che il Socio effettivo ottenga i due terzi dei voti. Qualora nella prima votazione nessuno dei Soci ottenga i due terzi, si procederà ad una seconda votazione, e verrà considerato eletto il Socio che avrà ottenuto il maggior numero di voti. Per le altre cariche basta la maggioranza assoluta.
  7. Entro il 20 novembre il Segretario generale comunicherà singolarmente ai Soci effettivi il numero dei posti vacanti per Soci effettivi e corrispondenti. Entro il 10 dicembre i Soci effettivi potranno far pervenire le loro proposte scritte e motivate per le nomine dei Soci effettivi e corrispondenti, le quali saranno riportate in apposito registro. A coprire i posti vacanti sono chiamati coloro i quali abbiano ottenuto maggior numero di voti e raggiunto almeno la maggioranza assoluta.

 

Titolo IV: Presidente e Consiglio direttivo

  1. Il Presidente e, in sua assenza o impedimento, il Vicepresidente hanno la rappresentanza legale del Centro; vigilano all’esatta osservanza dello Statuto, curano l’amministrazione, progettano piani di lavoro, di pubblicazioni e di convegni. Il Presidente o il Vicepresidente presiede le adunanze, firma gli atti, indice l’assemblea generale e le adunanze o i convegni di studio.
  2. I progetti studiati dal Presidente e dal Vicepresidente debbono essere discussi e ratificati dal Consiglio direttivo.
  3. Il Segretario Generale compila il rendiconto annuo dei lavori eseguiti dal Centro; redige i processi verbali delle deliberazioni del Consiglio direttivo, dell’Assemblea e delle varie adunanze; scrive le lettere d’ufficio; custodisce i carteggi; tiene ordinatamente l’elenco dei Soci effettivi e corrispondenti.
  4. Il Bibliotecario redige l’elenco dei libri e delle pubblicazioni ricevute; ha la custodia e la cura della Biblioteca.
  5. Il Tesoriere compila i bilanci consuntivo e preventivo, che sottopone all’esame del Consiglio direttivo e all’approvazione dell’Assemblea generale. Cura l’andamento dell’amministrazione; riscuote e custodisce le somme dei vari proventi e cespiti.

 

Titolo V: Regolamenti

  1. È in facoltà del Consiglio direttivo di redigere regolamenti in esecuzione del presente Statuto. Ogni regolamento dovrà essere sottoposto all’Assemblea per l’approvazione.

 

Titolo VI: Modificazione dello Statuto

  1. Il presente Statuto può essere modificato su richiesta di un terzo dei Soci effettivi. Le eventuali modifiche dovranno essere approvate da almeno due terzi dei Soci effettivi nell’Assemblea generale.

Notizie

Il Centro di studi muratoriani si complimenta vivamente con la segretaria Paola Di Pietro, oggi 27 maggio eletta Presidente dell’Accademia Nazionale di Scienze Lettere e Arti di Modena (di cui Muratori fu socio insigne) per il triennio 2017-2019. Questo prestigioso riconoscimento al generoso impegno culturale e organizzativo della neo-presidente ci auguriamo che non possa ostacolare in nessun modo l’indispensabile operosità che Paola da tempo profonde in favore del Centro.

L'ARCHIVIO MURATORIANO

è consultabile sul web

Intervista con Muratori

GUARDA IL VIDEO

Centro di studi muratoriani
Segui il Centro in academia.edu
Lodovico Antonio Muratori Unità d'Italia 150 anni

  

Muratori e l'idea di Nazione italiana

 

di Fabio Marri